CONOSCETE LA STORIA DELLE MOECHE?

La nascita e la cultura di un piatto speciale veneziano

granchi

Carcinus moenas, è il nome scientifico del granchio verde,  ma noi tutti lo conosciamo bene come Maseneta che prende il nome di Moéca quando è in fase di muta.

In questi periodi perde la sua corazza e deve essere pescato in poche ore, prima che la ricostruisca al contatto con l’acqua salmastra del mare.
Per molti, la nascita di questo piatto prelibato, è un mistero della tradizione veneziana.
In realtà questa tradizione, a Venezia, inizia solo nel secondo dopo guerra, frutto della furbizia e della pazienza dei pescatori di Burano. Infatti, prima e per ben due secoli, era un segreto professionale dei Moecanti di Chioggia.

La pesca di questi granchi è molto laboriosa e viene eseguita nella parte nord della laguna, dovepesca delle moeche vengono posizionate le serraglie (lunghi sbarramenti di pali e reti), alle quali sono collegate le trappole a imbuto dette cogoli. Quindi i granchi in fase di muta vengono separati dal resto del pesce e messi in sacchi di juta pronti poi per la selezione. Una volta portati ai casoni , l’occhio esperto dei molecanti, separa i granchi prossimi alla muta da quelli non ancora maturi.

I granchi ai quali mancano ancora alcuni giorni alla muta sono detti gransi boni e devono essere tenuti sotto osservazione (almeno due controlli al giorno). Bisogna infatti separare quelli che sono diventati moèche (quindi più deboli) da quelli ancora forti della loro corazza, per non correre il rischio che vengano mangiati.

moeche fritteLe stagioni adatte per pescare le Moèche sono la Fraèma (ottobre-novembre) e la Quaresima (Marzo-Aprile) questo solo per i granchi maschi. Le femmine infatti mutano solo alla fine della Quaresima, tra maggio e luglio. Questa muta coincide con il periodo dell’accoppiamento dell’estate, mentre in autunno quando sono piene di uova, non muteranno più. Se catturate in questo periodo verranno chiamate Masenete.

Le Moèche si gustano in vari modi ma la tradizione le vuole fritte con la polentina. Una vera prelibatezza!!!